Bettiol dedica la sua vittoria a Battaglini, Caruso elogiato da Bernal

Prima vittoria in carriera al Giro dell’azzurro con dedica all’ex managerla sua mancanza non riesco a sopportarla e spero che lui mi stia vedendo”. Il giro d’Italia che si sta correndo in questi giorni genera di tappa in tappa svariate scommesse sugli arrivi e sui distacchi. Collegatevi a 20Bet e scommettete sulle prossime gare.

Grande protagonista di questa giornata Bettiol che a Stradella ha centrato il primo successo nel Giro d’Italia. Le sue parole a fine gara “una delle ultime chance, una vittoria cercata e voluta. Devo ringraziare la squadra che mi ha permesso di andare in fuga. Hugh Carthy, nostro capitano, è quinto ed il nostro obiettivo è il podio”.

Bettiol ha potuto fare la sua corsa “difficile andare in fuga negli ultimi sette giorni del giro perché lo vogliono fare tutti. Mi sono venute in mente le Fiandre di due anni fa quando ero completamente solo, oggi i km erano pochi ma sembrava non finissero mai. L’ammiraglia mi ha comunicato il distacco con Roche ma ero preoccupato per la stanchezza che avevo”.

Sulla vittoria dedica speciale “è tutto il giorno che pensavo a lui il io vecchio manager, Mauro Battaglini. Non riesco a sopportare la sua assenza e spero che mi abbia visto”. Parole pronunciate con molta commozione.

Bernal, maglia rosa: “ora serve la testa”

Insieme al resto del gruppo è arrivato al traguardo con ben 23’ di ritardo rispetto a Bernal. “giornata lunga, abbiamo cercato di ridurre al massimo il ritardo, spiega il corridore, finale difficile perché dietro il gruppo poteva rompersi ma per fortuna non è successo”. In questo momento è vicinissimo al trionfo finale.

ora arriva un blocco di tre giorni dove il Giro viene deciso, cercheremo di dare il meglio. Il vantaggio c’è ma se non stiamo attenti basta una giornata storta che si può perdere tutto. Non possiamo ora buttare al vento tutto il nostro lavoro, se c’è da attaccare e da staccare dovrò farlo. Devo rimanere tranquillo anche per il lavoro dei miei compagni, per quanto riguarda la mia schiena è tutto a posto”.

Chiosa verso Caruso secondo a 2’21” dal colombiano “grandissimo corridore, in molti possono ancora ribaltare la classifica. Damiano a podio mi fa immenso piacere” queste le parole del leader.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *