Il calcio piange Tomas Carlovich, El Trinche

Un grande amico di Diego Armando Maradona, un calciatore stimato e conosciuto come El Trinche. E’ morto in modo tragico, all’età di 74 anni, l’ex campione Tomas Carlovich, a causare il coma e il decesso, un aggressione per furto, la sua bicicletta.

Il figlio racconta: papà era sulla sua bicicletta e due ragazzini gli si sono avvicinati per assalire, uno lo ha colpito alla testa.

Il tutto è successo nel quartiere ovest di Rosario, per sottrargli il mezzo di trasporto. Subito è arrivata un’ambulanza che lo ha portato all’Ospedale de Emergenze Clemente Alvarez (HECA). Il Coma è stato seguito nella sala di terapia intensiva dove ha trascorso gli ultimi giorni.

El Trinche era un personaggio popolare, una leggenda del popolo con i suoi migliori gloa negli anni Settanta. Diego Armando Maradona che lo frequentava lo ha definito spesso calciatore più forte di lui. L’ultimo loro incontro pochi mesi fa con un’ultima foto che li ha immortalati mentre si salutano.

Biografia di Tomas Carlovich, El Trinche

Il nome completo di El Trinche è Tomàs Felipe Carlovich, nato a Rosario il 20 aprile 1949, una città argentina di Santa Fe. Ha giocato nel calcio argentino come centrocampista, il suo soprannome forse gli è stato dato dai vicini di casa. Cresciuto con sette fratelli è figlio di genitori immigrati dalla Croazia. Tra le qualità tecniche viene ricordato per i dribbling e il gioco strategico. Il momento d’oro del giocatore è nel 1974 con la Coppa del Mondo e partite vinte sempre con tre di punteggio.

La mossa più ricordata e citata è il doppio tunnel dove la palla viene mossa avanti e dietro durante i dribbling.

Con numerosi riconoscimenti alle spalle, si è ritirato nel 1986, Tomas Carlovich ha sempre giocato nel ruolo di centrocampista. Ecco le tappe principali della sua lunga carriera.

  • 1966-1968: Sporting de Bigan
  • 1969-1970: Rosario Central Rosario Central
  • 1971: Flandria Flandria
  • 1972: Ind. Rivadavia Ind. Rivadavia
  • 1973-1975: Central Córdoba Central Córdoba
  • 1976: Rosario Central Rosario Central
  • 1977: Colón (SF)
  • 1978-1979: Deportivo Maipú Deportivo Maipú
  • 1980-1983: Central Córdoba Central Córdoba
  • 1986: Central Córdoba Central Córdoba

Notizie dal calcio argentino, il presidente Fernandez tuona il no

In America Latina, si sta vivendo la stessa situazione italiana, soprattutto in Argentina. Il presidente Argentino, Alberto Fernandez oggi ha urlato, dai microfoni Tnt Sports arrivano queste dichiarazioni.

Ripartire? Bisogna fare molta attenzione, non possiamo tornare alle aggregazioni di persone, sarebbe molto rischioso. Negli stadi argentini il livello di contatto è molto alto, ritengo che per molto tempo bisognerà giocare a porte chiuse“.

Ha poi espresso, “amo il calcio e mi manca, non vedo l’ora che si possa tornare a giocare. Ma dobbiamo valutare i rischi del contatto fisico tra i calciatore. Quando il pallone tornerà a rotolare, ce lo godremo in televisione“.

Seguire il calcio internazionale con le scommesse in streaming

E’ la Primera Division, la Superliga Argentina, la competizione più importante di questo paese. I giocatori delle squadre della PD entreranno poi nella Copa America, il campionato continentale che spesso apre le porte anche a paesi europei, asiatici o di altri continenti come amichevoli. L’Argentina per numero di vittorie nella Coppa America segue l’Uruguay.

Nei Bookmakers AAMS, ovvero le piattaforme con scommesse sportive e gambling da tavolo certificate e legali in Italia, presentano quote anche per il calcio internazionale e intercontinentale. Il calcio argentino così come per quello latino americano si può seguire con due tipologie di streaming, quello online attraverso le numerose piattaforme Pay Tv e nei bookmaker legalizzati dove è possibile puntare sulle quote giornaliere, promozionali o straordinarie.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *